mercoledì 29 gennaio 2014

Son fatto così (22)

Son fatto che sono nato in una casa dove non c'era neanche un libro, e per questo, forse, penso di avere una malattia: voglio leggere tutto, dalla prima all'ultima riga. Tutto, cioè tutto quello che è stato scritto nel mondo e tradotto nella mia lingua, o magari in inglese, che è l'altra lingua che un po' conosco, anche se sarebbe meglio che qualcuno avesse il mio stesso tipo di malattia ma rivolto alla traduzione. Si farebbe prima.
La mia paura più grande è di diventare cieco, e so che un giorno lo diventerò, perché sono convinto che se uno ha paura di qualcosa quella cosa prima o poi gli viene. Va sempre a finire così. Hai paura del cancro? Ti viene il cancro. Hai paura del parkinson? Quando hai l'età ti viene il parkinson. Hai paura dell'ipertensione? Diventi iperteso. Hai paura di prender freddo? Prendi freddo anche se hai quattro maglioni uno sopra l'altro. E così via, vale per tutti. Un giorno mi son visto una macchia gialla allo specchio, esattamente sopra la pupilla, è ancora lì, i dottori dicono che non è niente.
Diventerò cieco. Non credo che sia una questione fisica o parapsicologica come quelli che dicono che è il cervello a farci ammalare o eventualmente guarire, che la testa comanda il corpo, che l'omeopatia, che lo stile di vita, eccetera. No. Credo piuttosto nella Sfiga. Son fatto così.

2 commenti:

  1. eh speriamo di no... cmq anche io voglio leggere tutto, povero portafoglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono anche le biblioteche.

      Elimina