sabato 2 febbraio 2013

Un tale chiamato Barabba (Marco 15, 7)

Carpi; libreria di fiducia, dove però non ho mai ordinato niente da mandare a prendere, in quasi otto anni che abito qui; interno giorno.

MANY: Ciao, ce l'hai mica Il peccato di Zachar Prilepin?
LIBRAIO: 'spetta che guardo.
(Va al computer.)
LIBRAIO: No, deve arrivare. Forse. Se arriva. Se vuoi lo mando a prendere a tuo nome.
M.: Ok.
LIBRAIO: Me lo ripeti, il tuo nome, che non me lo ricordo mai?
M.: Marco Manicardi.
LIBRAIO: Oh, guarda, sei già nel database. Il numero di telefono è sempre [numero di telefono]?
M.: No, non è mai stato quello.
LIBRAIO: Allora è un altro Marco Manicardi.
M.: Sì, è uno che fa il calciatore, o l'allenatore di pallone.
LIBRAIO: Allora ti inserisco. Però per non sbagliarci ti inserisco con un altro nome.
M.: ...
LIBRAIO: Va bene Barabba?

2 commenti: